Elezioni 2014. L’Altra Modena, Sinistra in Comune

Mortadelo e L'altra Modena 2
Come tutti gli anni l’arrivo della bella stagione porta con se alcuni elementi che caratterizzano il cambio di clima. Alcuni piacevoli, come l’aumento delle temperature o l’allungamento delle giornate; altri un po’ meno entusiasmanti come le allergie, la dichiarazione dei redditi e le tornate elettorali.

E a proposito di elezioni, quest’anno a casa nostra il fermento è doppio: oltre ad Elisa, che continua ad impegnarsi con SEL, ho deciso di fare qualcosa anch’io… Ho superato i 50, come tutti invecchiando sono diventato più brontolone e sicuramente fastidioso.  Ma non si può brontolare e basta (sono 50 anni che lo faccio e sono diventato bravissimo). Così ho deciso di rimboccarmi un po’ le maniche e di dare un mio piccolo contributo. Altrimenti brontolavo e basta. E mi sono candidato con L’Altra Modena, Sinistra in Comune, che si propone come lista di sinistra alternativa al PD e che sostiene come sindaco Flavio Novara, un’ottima persona con la quale abbiamo tante cose in comune, a cominciare dalla suoneria del cellulare.

Per un po’ ho sperato di riuscire a fare qualcosa insieme ad Elisa. Per le Europee infatti, sia SEL che Rifondazione sostengono L’Altra Europa con Tsipras. Una lista di sinistra, alternativa al PD. Sull’onda di questo movimento, che ha raccolto davvero tanti consensi, lo scorso Febbraio è stato lanciato anche a Modena un appello per costituire anche a livello una lista di sinistra vera, alternativa al PD (che occupa la città da quasi 70 anni…) 

Purtroppo, invece, questo appello non è stato sufficiente a convincere SEL (Modena) ad unirsi a Rifondazione e tante altre forze locali “a sinistra” del PD. Un vero peccato, secondo me, un’occasione persa. Come conseguenza, io ed Elisa ci troveremo a svolgere la campagna elettorale per forze politiche non così dissimili ma che affronteranno le prossime settimane su lati diversi della barricata. Elisa, appunto con SEL che a livello locale si è schierata con il PD e io con L’Altra Modena, Sinistra in Comune, che invece si propone come sinistra alternativa al PD. 

Peccato. E’ un’occasione persa. L’ennesima…

Comunque se poi trovo il tempo prima delle elezioni scrivo anche un post e vi dico perché votare L’Altra Modena è una buona cosa anche se vi sembriamo un po’ troppo di sinistra.
LogoAltraModena

 

Europee

Ovviamente per le europee sostengo la lista L’Altra Europa. Ho fatto il test di Openpolis e va bene così.

AldoGiannuli.it » Archivio Blog » Sinistra e Libertà si spacca: non mi sorprende. Comunque, auguri alla lista Tsipras

See on Scoop.itSocietà e Politica


Giovanni Sonego‘s insight:

Ottima analisi di Aldo Giannuli che, dopo aver smontato SEL, conclude con un paio di frasi di supporto la lista L’Altra Europa, con Tsipras. O meglio. Giannuli dice che voterà per il M5S, ma che se avesse la possibilità di dare un secondo voto, lo darebbe a L’Altra Europa.

Quindi si rivolge a due categorie di elettori, scontenti del loro partito, me che non vogliono votare per il M5S, i militanti del PD con il mal di pancia e i grillini delusi, invitandoli a votare per L’Altra Europa.


See on www.aldogiannuli.it

Buon Primo Maggio

See on Scoop.itSocietà e Politica


I vitelloni, 1953. Un film di Federico Fellini, con Alberto Sordi. Una grande commedia diretta da un grande autore cinematografico.


Giovanni Sonego‘s insight:

Io, molti politici li vedo un po’ così, come Alberto Sordi ne "I vitelloni". Viaggiano in automobile e prendono per i fondelli i lavoratori. Si sentono al sicuro, ma non si rendono conto viaggiare su un veicolo esausto, che sta per rompersi e che li lascerà a piedi molto presto.


See on www.youtube.com

GP2 E G23 | Don Zauker

See on Scoop.itSocietà e Politica


In queste ultime ore, in rete, è tutto un fiorire di commenti e critiche circa la canonizzazione di Papa GP2 – KW e Papa G23 – AGR, anche da parte di


Giovanni Sonego‘s insight:

Stanno per nominare santi Giovanni XXIII (Angelo Roncalli) e Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla). Molti, anche laici, atei, agnostici, si pongono domande sull’opportunità di attribuire questo "titolo di merito" a quei due pontefici. Erano amici di dittatori? Non hanno fatto nulla contro i pedofili? Il miracolo era vero? 

 

Ma Don Zauker, illuminante, ci invita a farci una domanda "Che valore ha, in una società mediamente evoluta e laica, la nomina di santo?"

La risposta è ovvia: non ha alcun valore. Discutere di questa nomina, significa condividere e accettare la visione  di un mondo (immaginario) "dove esistono santi, madonne che piangono, Padripii e chi più ne ha più ne metta". 

 

 


See on donzauker.it

Cos’è il Geomarketing

See on Scoop.itInternet (e anche un po’ di tecnologia)

Il Geomarketing è un approccio innovativo al marketing che utilizza le informazioni geografiche nei processi di pianificazione ed attuazione delle attività di marketing soprattutto in tutti quegli aspetti che riguardano la vendita e la distribuzione.
Attraverso il Geomarketing le imprese possono valorizzare la dimensione spaziale dei dati prodotti da diverse fonti informative.
In particolare, il Geomarketing consente di segmentare la domanda e l’offerta in aree geografiche equidistanti (isocrone) fornendo ulteriori strumenti di analisi rispetto ai normali parametri utilizzati dal marketing.


Giovanni Sonego‘s insight:

Il geomarketing è una figata pazzesca. Un approccio visivo e scientifico al marketing. Roba costosa, per intenderci. 

Sulla carta è anche piuttosto semplice. Basta avere un sacco di dati demografici, economici, sulla concorrenza. Ci si aggiungono un bel po’ di dati geografici (territorio, strade). Si mettono insieme alcune valutazioni sui trasporti et voila, il gioco è fatto. 

La vostra mappa comincia a raccontarvi cosa fanno le persone che abitano presso la vostra azienda. Quante sono, quanto spendono, che età hanno e che nazionalità… come si muovono e quali sono le loro abitudini di spesa.

Un sacco di informazioni utili per capire come proporsi sul mercato. Ma anche per capire il ruolo dei concorrenti, oppure se, dovendo aprire una filiale, qual è la località migliore. 

Roba costosa, dicevamo. Ma da oggi, grazie alla collaborazione tra Coobiz. www.coobiz.it e Urbistat www.urbistat.com anche le aziende più piccole possono avere un assaggio di questo strumento. 

1, Andate su www.coobiz.it e cercate la vostra azienda (se non c’è, registratela).
2. Poi andate sulla pagina di geomarketing, cliccate START e in pochi istanti vedrete esattamente la mappa con i dati demografici degli abitanti della vostra zona.
3. Non vi basta? Ogni azienda registrata ha un credito per una elaborazione avanzata, con i dati economici e i riferimenti dei vostri grandi concorrenti.

4. Ne volete di più? Beh, a questo punto dovrete fare uno sforzo e prepararvi a spendere qualche soldino, ma ne vale la pena.


See on www.coobiz.it