Non voglio ricevere il libro di Silvio Berlusconi “Due anni di Governo”

Una decina di giorni fa, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha annunciato che invierà a tutte le famiglie italiane il libro “Due anni di Governo“, un volume che spiega l’attività svolta dal governo in questi primi due anni di legislatura.

Molte persone si sono subito chieste: chi paga? (risposta ovvia, lo sappiamo tutti chi paga!).
(*) Aggiornamento 27 ottobre 2010

E poi, immediatamente dopo, è sorta la domanda successiva: cosa posso fare per non ricevere questo libro di propaganda berlusconiana? E sono nate diverse iniziative che illustro piu’ avanti.

Datevi da fare!

Scegliete la forma che preferite, ma fate qualcosa. Il governo è alle corde e qualunque azione contribuisce ad accelerare la sua caduta, speriamo definitiva.

Fermiamo l'energumeno

Petizione

Una delle prime iniziative è stata una petizione online che sta raccogliendo numerosissime iniziative. Un semplice modulo da compilare in rete, per dire: “Non voglio ricevere il libro di Berlusconi

Campagna di riciclo

Dopo 3 giorni dalla conferenza stampa, anche il popolo viola si è attivato lanciando una campagna per  il riciclo del libro “due anni di governo”. Anche questa sta incontrando un grande successo, con tanto di gruppi su Facebook a supporto (si sa, facebook è di moda)

Comunicazione sul sito del governo

Il modulo che ho compilato per non ricevere il libro "Due anni di Governo"

Quest’ultima forma di protesta contro il libro “Due anni di Governo” (il libro di Berlusconi) sta girando per email. Sfrutta la legge sulla privacy per inforamare chi è al governo che non si vuole ricevere il libro

Ecco come fare:

Andate su questa pagina: www.governo.it/scrivia/scrivi_a_trasparenza.asp

Compilate i campi e poi copiate e incollate questo testo:

“Con riferimento all’annuncio del Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi di inviare ad ogni famiglia italiana il libro “Due anni di governo”, mi preme comunicarVi che NON desidero assolutamente riceverlo,essendo un mio diritto in base al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”,  nella fattispecie articoli 7 (comma 4b) e 23 , e che la spesa relativa che si risparmierà, venga messa a disposizione del Ministero della Pubblica istruzione e/o del Ministero della Sanità.

Ringraziando per l’attenzione porgo distinti saluti.”

E adesso tocca a voi!


Aggiornamento: 27 ottobre 2010

Dalle ultime dichiarazioni e aggiornamenti ricevuti sembra che i costi di invio del volumetto siano a carico del PDL. Pertanto, se non lo volete ricevere il libro dovete scrivere al PDL. Sul sito però non ho trovato alcun modulo o riferimento.
A questo punto si può sempre scrivere ad Antonio Palmieri che è il Responsabile Settore Internet e nuove tecnologie del PdL.

difcittadino@ilpopolodellaliberta.it

50 thoughts on “Non voglio ricevere il libro di Silvio Berlusconi “Due anni di Governo””

  1. Io voglio riceverlo.
    Siccome non voterò mai berlusconi, preferisco stracciarlo io piuttosto che farlo leggere a qualcuno incerto che potrebbe convinceri a votare per il biscione.

  2. Io il libro voglio riceverlo, e questa vostra iniziativa non fa altro che confermare quanto la vostra piccola mente sia contorta e quanto l’invidia possa distorcere la relata dei fatti.
    Sono iniziative come queste a svegliare gli animi di chi è incerto, e sicuramente avranno l’effeto contrario da quello che desiderate…..BENE CONTINUATE COSì, in questo modo avremo la sicurezza che questa sinistra disfattista ed inconcludente, non possa tornare a far danni!!!! GRAZIE!!!!

  3. Di solito lascio correre interventi come il tuo.. ma stavolta, Roberto, mi permetto di risponderti:
    Sono una studentessa Universitaria, provengo da una famiglia con reddito medio-basso per cui la Sanità pubblica è l’unica che potrei permettermi. Fatta questa premessa, al di là del mio pensiero politico e dei miei ideali, trovo una spesa inutile e sconcertante quella della stampa e della consegna di un libro a mo’ di propaganda quando già una persona è al governo (il che comporta che lo faccia con i nostri soldi), invece di spendere a favore di Istruzione e Sanità, due realtà che conosco bene. Se poi consideriamo che il tuo caro Silvio può farsi propaganda a spese sue attraverso la televisione (Mediaset), e in parte anche a spese nostre (la Rai è sempre più di parte), allora l’idea di questo libello divulgativo mi risulta vomitevole. E mi fa anche riflettere: se nei due anni di governo si è fatto tanto, sono i fatti a confermare la cosa, la gente se ne accorge anche senza libri che lo spieghino; se invece s’è fatto poco e magari anche male, perché ‘giustamente’ c’erano problemi più impellenti come quello di salvarsi dai processi, allora forse si sente la necessità di dire qualcosa per fare apparire meglio e ingigantire quelle briciole fatte, insomma si sente il bisogno di piazzare specchi per allodole nel campo. Non è l’unica cosa che mi preoccupa: trattandosi di un atto di propaganda, è ovvio che la mia mente fa subito i collegamenti dovuti ricordando che la propaganda è il mezzo che usano i regimi per mantenere placati gli animi dei propri burattini man mano che si avanza nel tempo e continuare a trascinarsi un intontito consenso. E’ un peccato che una persona intelligente come sicuramente sarai non abbia questa memoria storica che potrebbe a volte salvarci. Mi permetto di travisare il Grazie e lo accetto, interpretandolo come il ringraziamento per allontanare la gente da questa politica, come credo che faccia una iniziativa come questa! Per cui.. PREGO, ci sono io a pensare al posto tuo, in attesa del risveglio dal tuo torpore! Una buona giornata..

    1. Ottima risposta, Valentina. Mi sorprende, invece, constatare che – di fronte ad un palese tentativo di forzare l’ordinamento democratico tanto da arrivare ai confini di una vera e propria dittatura – ci siano persone come Roberto che pensano che la democrazia sia stata salvata dal peggior presidente del consiglio che abbiamo mai avuto in Italia.

  4. Ma cosa ci deve dire dei 2 anni di governo?ma non si rende conto che gli Italiani sono adulti e sanno giudicare da soli i 2 anni di governo?Credo che B. voglia sfottere gli Italiani in linea col suo personaggio perchè io sono convinto da sempre(infatti da quando è sceso in campo io non sono più andato a votare)che lui e poi anche i suoi accoliti abbiano un’idea pessima dell’Italiano medio.Pensano che sia credulone,senza il minimo di cultura,senza intelligenza e senza idee.Altrimente non si spigherebbe come ha potuto ritenere di fare tutto ciò che gli passa per la testa.A menochè non siano loro i creduloni….in questo caso si dovranno preparare,quanto prima,a grosse delusioni(tipo Craxi per intenderci).

  5. Fortuna che, grazie al Nostro Presidente, siamo ancora in democrazia, e ognuno può scegliere liberamente quello che ritiene più opportuno per lui e per i propri figli. Di certo non sarà una risposta del genere a farmi cambiare idea o ad intaccare le mie convinzioni, visto che per lunghi anni ho visto governare il nostro paese in maniera scellerata da politicanti di mestiere che in vita loro non hanno fatto altro che riempirsi le tasche a scapito degli onesti contribuenti, riducendo il Paese così come lo descrivi. Purtroppo la prima repubblica tenta ancora di tornare al potere, e i personaggi che hanno permesso lo scempio della politica riducendola a semplice clientelismo e tornaconto personale, sono ancora lì pronti a riprendersi le poltrone del comando, ma credo che ormai il Popolo Sovrano abbia chiaramente capito con chi si è dovuto confrontare per lunghi anni, Gentaglia senza scrupoli che in vita loro non sono stati capaci di fare altro, ci sono persone che ricorpono gli stessi incarichi nei partiti da oltre 30 anni, rieletti all’infinito alla camera con stipendi da nababbi 18.500 euro al mese più i rimborsi. Ma voi continuate a riempirvi la bocca con Berlusconi!!!! BLA BLA BLA BLA e i “signori” compagni si riempiono le tasche !!!! SVEGLIAAAA!!!!

  6. La Tv di parte di cui parlavi???? annozero – ballarò – tg3 – linea notte tg 3 – parla con me – che tempo che fa – l’infedele – l’era glaciale – crozza italia – tg3 minuti – due sul divano – 1/2 ora – presa diretta – report – ottoemezzo – in… onda – blob – glob – le invasione barbariche – agorà – cominciamo bene – exit – ecc. ecc. ecc. – E’ TUTTO ROSSO!!!

  7. Valentina non sprecare tempo a rispondere a persone che hanno il lavaggio del cervello perche’ guardano troppa tv o a leggono giornali della famiglia di Berlusconi.

    Leggendo tali commenti non ti sembra che siano sempre le solite balle trita e ritrita che senti alla tv? Questa gente sente stronzate alla tv e non ha alcun filtro in testa, le assimila e poi va in giro a ripeterle, proprio come i pappagalli. Tali e quali.
    Non di certo la sinistra e’ poi cosi’ meglio, se Berlusconi ha le tv e i mezzi per centrifugare il cervello a milioni di italiani e’ anche colpa loro, altro che sinistra disfattista, magari lo fosse stata, e’ stata solo una sinistra viscida e complice.
    Vi consiglio questo video: http://www.youtube.com/watch?v=_stxOSyxE7k

    Ora detto questo ho ricevuto pure io la mail di cui sopra, ma mi rendo conto che hanno dimenticato di inserire l’indirizzo!
    Come fanno a sapere dove abiti per NON mandarti il libro se non lo so include nel template?
    Scrivere nome, cognome e citta’ non vuol dire niente, ci posso essere tanti omonini.

    saluti

  8. Io non voglio il libro di Berlusconi, ma non certo per motivi di privacy, cosa che anche questo sito dovrebbe rispettare, visto che i visitatori vi sono identificati con regione e città, immagino dall’IP. Saluti.

  9. Certo che vi deve fare una gran paura quel libretto, tanta paura da dover ricorrere a una campagna pro-struzzi “presto presto, tutti con la testa sotto la sabbia, c’è il pericolo che possiate usarla per pensare” …

    Siete ridotti a quell’oscurantismo mediatico che tanto dichiarate di voler combattere …

  10. Ma no, Angelo. Non è certo paura del libretto. Di stupidaggini ne arrivano in continuazione, una più o una meno, non cambia molto. Solo che la propaganda elettorale dovrebbe essere pagata dal partito o dal candidato che la fa e non con i soldi pubblici.

  11. @ANNA
    Ti rispondo. Sai, non è illegale conoscere l’indirizzo IP di una persona, nè conoscere i dati relativi a quell’indirizzo. Illegale è usaro per scopi commerciali e simili. Tant’è che in tutte le piattaforme per forum c’è la possibilità di conoscere l’indirizzo IP degli utenti.

  12. 1. Faccio presente che il citato articolo 13 è stato ABROGATO anni fa dal d.lgs 196/2003!
    Il messaggio pertanto fa riferimento a un articolo di legge non più in vigore.

    2. Personalmente ho sempre ricevuto libri, pieghevoli, depliant di qualsiasi colore politico: penso sia un bene la libertà di ciascuno di scrivere, la libertà di ciascuno di leggere o meno, la libertà di ciascuno di decidere.

    Con i dovuti distinguo (qui i libri si vorrebbero in un certo senso “bruciare” in anticipo), cito la frase del poeta ebreo Heinrich Heine: «Dovunque si bruciano i libri, si finisce per bruciare anche gli uomini».

  13. La normativa sulla privacy citata non è più in vigore. L’art. è sempre il 13 ma si tratta del D.Lgs. 196/2003.
    In risposta a Lelio: rispetto la tua posizione, ma sinceramente, preferisco scegliere di non avere un libro nella mia libreria. Non si tratta quindi di “bruciare in anticipo” ma di far valere il diritto di leggere ciò che preferisco, tanto più se, indirettamente, il libro me lo pago!!
    Ciao ciao

  14. Ringrazio Lelio e Rossella, che mi hanno dato l’opportunità di correggere i riferimenti normativi contentui nella comunicazione da inviare al governo.

  15. @Lelio. La libertà di scrivere o di leggere non viene minimamente attaccata da questa azione di protesta. I sostenitori di Berlusconi non firmeranno gli appelli, non protesteranno e non ricicleranno il libro, anzi lo terranno con cura come una preziosa reliquia. Si tratta molto più semplicemente di indicare di non essere interessati a ricevere questa pubblicità elettorale, di indicare al governo come sarebbe meglio spendere i soldi e di ribadire il concetto che se un partito vuole comunicare qualcosa deve farlo a spese sue e non a spese del governo.

  16. @Giovanni e Rossella
    1. Mi chiedo: perché tanto clamore per questa iniziativa, che è certamente di propaganda, e non altrettanta per tutte le altre analoghe, ma di diverso colore?
    Cito solo il caso della mia città: propaganda analoga su quello che si è fatto è stata inviata a tutte le famiglie da parte di chi ha retto l’amminiztrazione fino allo scorso mandato e nessuno ha avuto nulla da ridire! Sono i due pesi e due misure che mi infastidicono.
    2. Faccio poi notare che il costo dell’operazione è ovviamente a carico del partito, come fanno e han sempre fatto tutti i partiti del resto, decidendo autonomamente come utilizzare i loro capitali(perché gli “altri” partiti sì e quello di Berlusca no?). Altro discorso è giudicare mal spesi questi soldi …

    Ringrazio entrambi comunque per la pacatezza e correttezza dei vostri interventi, rispettosi di chi non la pensa allo stesso modo, sempre più difficile a trovarsi di questi tempi.

  17. @Giovanni
    Non capisco dove stia il comportamento scorretto.
    Il Governo, come dice Giovanni, è, volenti o nolenti, il governo di tutti gli italiani, dal che ne deriva che il Presidente del C, piaccia o non piaccia, è il PdC di tutti gli italiani: a volte corrisponde al nostro volere, a volte no. Questa è la democrazia.
    Il Presidente del Cons invia a spese del proprio partito un volume di propaganda del lavoro svolto dal governo di cui il rpoprio partito è parte fondamentale.
    E’ propaganda che ognuno è libero di leggere e cestinare, leggere e approvare, non leggere e farne l’uso che crede.
    Io ad esempio non la leggerò nemmeno. Dove sta il problema?

    p.s. Il partito del PdC rapresenta certamente una piccola parte dei cittadini, ma è pur sempre il primo partito! Gli altri rappresentano una parte ancor più piccola. Ma questo penso non c’entri con la questione in discussione: anche al più piccolo partito dovrà essere riconosciuta la libertà di far propaganda a proprie spese … e ritorniamo ai miei principi di base: libertà e democrazia per tutti!

  18. @Lelio. Se qualcun altro ha fatto cose analoghe a livello locale, chessò a Viggiù per esempio, non puoi accusare i cittadini del resto d’Italia se non hanno protestato altrettanto veementemente. Magari a Viggiù l’opposizione l’ha fatto.

    E’ normale che le proteste arrivino da tutta Italia se chi pratica certi comportamenti scorretti è il Presidente del Consiglio.

    Per quanto riguarda i soldi. Beh, ho parlato di quelli perchè sarebbe molto grave se Berlusconi – per fare propaganda al suo partito – usasse fondi del Governo.
    Ma anche se sta spendendo soldi del PdL o suoi personali, è grave comunque che il Presidente del Consiglio confonda volontariamente il Governo – che è di tutti gli italiani – e il suo partito – che rappresenta solo una piccola parte dei cittadini.

  19. @Giovanni
    E allora? bambino Berlusca e bambini gli altri? Solo questo sapete dire per contrastare il Predis del Cons? Non è un gran che come discorso politico!
    Ed è per questo che gli elettori, nonostante la situazione giudiziaria di berlusconi, continuano a preferirlo agli altri politici attualmente disponibili! Meditare!
    Non prendetevela con chi è stato eletto, cercate di convincere gli elettori che i politici antiberlusconiani sono migliori … ma non basta dirlo, bisogna che abbiate idee e proponiate qualcosa di concretamente credibile: finora faticate molto a far credere che un’accozzaglia di antiberlusconiani possa seriamente governare, il ricordo di prodi è ancora troppo recente ….

  20. @Lelio. Certo il “non lo voglio” è infantile in entrambi i casi. Ma come puoi metter sullo stesso piano un comportamento infantile del un commentatore di un blog con il comportamente infantile del presidente del consiglio?

  21. @Giovanni
    … infatti, sei stato tu a metterli sullo steso piano!!! Io parlavo del gridacchiamento dei bimbi e dei commentatori che si mettono sul LORo piano, quello dei bimbi; TU lo hai paragonato a quello di Berlusca.
    M vedo che negli ultimi messaggi ti soffermi su particolari insignificanti e non c’è nemmeno una risposta ai miei quesiti di fondo di carattere politico … è una tattica, ma con me non funziona!
    Comunque, che ne dici se la smettiamo su questo argomento che non produce nulla e ognuno con la nostra testa giudica i FATTI? Io ritengo di avere buone ragioni per preferire Berlusca al resto dei politicanti, quando la situazione cambierà, perché potremo scegliere tra altre persone vedrò, serenamente, democraticamente, liberamente.
    Tu probabilmente hai avuto altrettante buone ragioni per non gradire l’attuale Presid del Cons: tranquillo, alla prossime elezioni anche tu valuterai chi c’è sulla scena e scesglierai altrettanto serenamente, democraticamente e liberamente.
    In conclusione, che problema c’è”? Nessuno!
    Un cordiale saluto da uno che il libro in questione non lo leggerà nemmeno …

  22. Messaggio per Roberto:

    Riprenditi un’attimo dalla tua cecità forzata, fai un bel respiro e prova a collegare il cervello con il resto del tuo corpo, forse avrai la possibilità di godere anche tu del dono della vita rendendoti conto di stare al mondo.

    Sei forse ricco?
    Ah…ho capito hai un’azienda e sei un’imprenditore perchè se sei un’operaio e il tuo pensiero è proberlusconiano sei proprio da mettere al muro te lo dico.

    Ciao spero di non incontrarti mai sul mio cammino

    W la rivoluzione Italiani Svegliamoci!

  23. @Giovanni
    Beh, se eri stato corretto finora, ora non lo sei più. Io ho sempre rispettato le tue opinioni, senza mai offendere nessuno; tu invece giudichi chi non la pesna come te un “cretino o in malafede”. Spero ammetterei che c’è una differenza oggettiva nei nostri modi di rapportarsi agli altri! Capisci ora perché non rieci a instaurare un dialogo? Ti poni su un piedestallo, pesni che solo chi la pensa come te sia nel giusto e consideri gli altri dei cretini!!!!
    Io sono quel cretino in malafede che dai governi Berlusconi ha avuto:
    – la pensione della madre raddoppiata e resa dignitosa
    – un nuovo vontratto per la mia categoria altrettanto dignitoso
    – la quintuplicazione (sic!) degli aiuti economici per un’adozione internazionale
    solo per citare alcuni provvedimenti che sono stati economicamente determinanti. A questi potrei aggiungere altre cose che ho apprezzato.
    Non altrettanto, anzi vere vessazioni ingiustificate ho dosvuto subuire con TUTTI i governi di centro-sinistra degli ultimi 20 anni.
    Questi i FATTI concreti che mi hanno spinto a preferire Berlusconi (che per me NON è il meglio, ci mancherebbe, ma si è dimostrato il MENO PEGGIO)agli altri, a parole in difesa dei più deboli, in concreto, per esperienza personale e familiare, politicamente improduttivi.
    Ecco, spero di averti fatto capire senza tanti giri di parole, come i cretini e in malafede sappiano argomentare con fatti concreti le proprie scelte politiche. E sottolineo che gli esempi che ti ho fatto (pensione, adozione) sono problemi sociali a cui la sinistra avrebbe dovuto pensare …
    Se hai cose CONCRETE da riferirmi che TU STESSO hai potuto verificare, scrivimi pure, ne sarò lito per te. Se invece sai solo offendere gli altri e non hai un briciolo di argomenti, puoi tralasciare. Il mio rispetto per te non muterà.

  24. @Giovanni
    Certo che ho avuto dei benefici personali! benefici di sui io sono un esempio vivente e che naturalemnte hanno avuto TUTTI quelli che si sono trovati nelle condizioni della mia famiglia.
    ma per una volta vorresti rispondere a queste domande:
    1. Ti sembra così indecente far sì che una pensionata quasi novantenne che percepiva nemmeno 300 € al mese ora, grazie a B, prenda una pensione sociale di più di 500?
    2. Ti sembra altrettanto indecente fornire un aiuto consistente a una famiglia che sostiene spese incredibili per adottare un figlio?
    Pensa che entrambe le cose erano state sbandierate dalla sinistra, ma a porle in essere sono stati i governi Berlusconi.
    Ne ho certo tratto vantaggio (ma il termine più appropiato sarebbe “aiuto”) io, come ne hanno tratto vantaggio tutti i pensionati che avevano una pensione sociale ridicola e tutte le famiglie che adottano un bimbo!
    Ti sembrano due esempi così indecenti? Forse perché non hai l’esperienza diretta di un pesnionato sociale in casa o non sai cosa debba passare una famiglia per portare a trermine un’adozione internazionale.
    Mi sono volutamente limitato a questi esempi proprio per la loro valenza sociale, almeno così penso (del resto suffragato da quanto sbandierato dalle sinistre). Non sul generale, ma almeno su questi esempi che ti ho fatto mi piacerebbe sapere se ti ostini a giudicare Berlusconi come un indecente!
    E spero che dopo questi esempi, visto che mi hai tolto dai cretini, tu mi possa togliere da quelli in malafede: ti ho detto chiaro e tondo, con esempi concreti, il perché di mie scelte.
    Ah, dimenticavo, se ti potesse servire a “capire” di più, alle europee ho votato radicale.

  25. @Lelio. Non li ho messi sullo stesso piano. Ho rilevato l’identità comportamenti. Tu critichi il comportamento infantile del commentatore del blog, vorrei almeno che convenissi che anche Berlusconi ha comportamenti altrettanto infantili.

    Sui discorsi più articolati per convincere i seguaci di Berlusconi a cambiare idea, ci rinuncio. Sono 16 anni che Berlusconi ammorba la politica italiana con la sua presenza. Per tanto tempo ho cercato di instaurare un dialogo razionale con i Berlusconiani: tempo perso. O sono cretini o sono in malafede. Non ho trovato eccezioni e mi sono stufato di cercarle.

  26. @Lelio
    Devo spiegarmi meglio: quando ho scritto “in malafede” – non so perche’ di sei automaticamente messo dalla parte dei cretini – mi riferivo a persone intelligenti, che si rendono conto benissimo di quanto sia indecente Berlusconi, ma che lo sostengono perchè ne hanno avuto dei benefici personali.

    Quello che scrivi, va un po’ in quella direzione…

    “Io sono quel cretino in malafede che dai governi Berlusconi ha avuto:
    – la pensione della madre raddoppiata e resa dignitosa
    – un nuovo vontratto per la mia categoria altrettanto dignitoso
    – la quintuplicazione (sic!) degli aiuti economici per un’adozione internazionale”

  27. @V
    1. Ho citato, affinchè nessuno mi possa smentire, solo esempi vissuti direttamente. Alla mia famiglia ha fatto anche altre cose buone. Quelle citate le giudico più significative dal punto di vista sociale.
    Non capisco perché a te spiaccia se un pensionato migliora la propria condizione o un genitore viene aiutato nell’adozione.
    Tu chiedi a me se B ha fatto solo questo di bene? Certamente no, dimmi tu qualche esempio CONCRETO di cosa abbia fatto di bene per TE Prodi & C. O, se hai difficoltà, dimmi i danni reali fatti a TE da Berlusconi.
    2. Non leggo statistiche, credo a quanto ho toccato personalmente con mano e difatti ho citato esempi concreti: se vorrai farmene anche tu benissimo.

  28. Danni reali?

    – ho conseguito il dottorato di ricerca, e mentre quattro anni fa c’erano finanziamenti statali ogni anno per assegni di ricerca post dottorato, dall’anno scorso sono stati soppressi. HO PERSO IL LAVORO DI RICERCATORE.
    – ho due cugini alla scuola pubblica: 3 e 7 anni. All’asilo sono in 35 bambini seguiti da una maestra: la stessa dice che l’asilo è un “parcheggio”. L’altra cugina invece durante le ore di supplenza viene spostata anche in prima o in quinta elementare (lei frequenta la quarta) perchè non ci sono supplenti. CHE REAZIONI POTREBBE IMPLICARE QUESTO TRATTAMENTO SU UN BAMBINO? Ti lascio immaginare.

    Intanto te ne lascio DUE, come i tuoi. Ma potrei continuare..

  29. @V
    Oh, finalmente uno che parla per esempi concreti! Bene!
    La conclusione? Semplicissima: TU sei stato svantaggiato dalla politica di berlusca e ovviamente lo critichi e non lo voti; IO l’esatto contrario. Abbiamo fatto bene entrambi.
    Entrambi abbiamo basato le nostre scelte elettorali basandoci su esperienze personali, con la speranza che la maggioranza delle scelte corrisponda a quella nostra personale. Non sempre i risultati corrispondono alle nostre apsettative: questa è la democrazia!

  30. Salve, dopo aver letto una serie..di commenti, non tutti!perchè è solo un ripetersi.. spero, che al di là dello scontro di idee politiche che decentra solo la nostra attenzione, ci sia l’inteligenza di guardare hai problemi veri e reali del nostro paese, dove il vivere e crescere..diventa ogni giorno più difficile! e dove il domani..è solo incertezze. La storia ci parla di persone con ottime qualità, che hanno saputo governare questo Grande paese con diligenza e RISPETTO, valori a mio parere oggi dimenticati! perciò credo che non esista più cosi..tanta differenza, tra essere di un “colore” o di un’altro, ma sia importante guardare alla ” persona” ( perchè molti di quelli..che oggi siedono sulle poltroncine..in qualche modo, si son sporcati le mani?)credo molto che servano delle riforme, ma la più..importante sarebbe, un “cambio” di scena, con tutt’altra gente, non i soliti rimpasti che servono a cambiare l’abito, ma poi son sempre i soliti, la giustizia c’è ma solo per chi non ha potere! Già a tempo dei romani esisteva la “casta” che comandava il popolo..volgiamo fare la stessa fine?

  31. @ Lelio
    Le scelte elettorali non si fanno solo in base alle esperienze personali, si fanno in base alla visione completa degli effetti che, decisioni governative, creano su un Paese. Non si va da nessuna parte dicendo “a me ha fatto bene”, ” a me ha fatto male”, non è così che si ragiona. Si calcolano i pro e i contro per TUTTO il Paese, non per me, per te, per lui; anche perchè se le cose sono giuste tutti ne hanno da guadagnarne. Facciamoci due conti sui danni della scuola pubblica, del lavoro, sui soldi buttati per incontri e festini, per i ministri che abbiamo al governo, per la corruzione, per Napoli, per l’Aquila, etc. etc. etc. e vediamo dove sono le due cose convenienti per te (“te” generico e impersonale ad indicare persona singola, sia chiaro). A mio parere non è contro Berlusconi o chiunque altro; adesso è Berlusconi e la sua schiera perchè ci sono loro, domani saranno altri se sbaglieranno, così come in passato ne sono stati altri.

  32. @Lelio:

    Dici che ENTRAMBI abbiamo basato le scelte elettorali su esperienze personali.
    Scusami ma credo debba parlare per TE.
    1) Le mie scelte elettorali sono basate sulle mie esperienze personali, su quelle di mia nonna, di mia madre e di mio padre, e quelle dei miei eventuali futuri figli, ma soprattutto su quelle della cittadinanza italiana.
    2) Dici “TU sei stato svantaggiato dalla politica del berlusca”, ricercatori sui tetti, che scioperano, inizio delle lezioni universitarie posticipato .. dici che oltre a me ci sia qualcun’altro..?

  33. Due cose per descrivere le balle del Nano dal 1994:

    1)il milione di posti di lavoro

    2)la tassazione più alta della storia d’Italia al 44%.

    Da ricordare anche come aver torlto l’ICI per i ricchi come lui ha anche messo in difficoltà i comuni che non hanno più un quattrino manco per pagare le fatture dei lavori d’ordinaria amministrazione.

    Grazie nano e grazie soprattutto ai suoi intelligentissimi elettori!

  34. Mi sento solo di dire questo:
    e’ la prima volta nella storia del mondo democratico che una persona vada al governo con cosi tanti conflitti di interesse, processi aperti, interessi ovunque perchè proprietario di un pò di tutto, che fa festini poco “ortodossi”, che fa le corna in una foto ufficiale coi capi di stato, che pensa a tirarsi la faccia e mettersi in testa un po di capelli piuttosto che pensare davvero ai VERI problemi del paese, uno che si fa le leggi personali x salvarsi il di dietro o per far arricchire chi gia i soldi ce li ha…etc etc..

    Io vorrei che un po’ tutti obiettivamente si aprisse gli occhi e si iniziassero a vedere le cose per quelle che sono: la scuola cade a pezzi cosi come gli ospedali, la ricerca e’ ferma, alcuni terremotati vivono ancora nelle tende, a Terzigno addirittura vogliono fare una discarica in un parco nazionale, la gente non ce la fa ad arrivare alla fine del mese (chi ancora un lavoro ce l’ha) e i ricchi diventano sempre piu’ ricchi…
    Io vivo all’estero, sono in italia 2 mesi l’anno e da una parte vorrei fregarmene…ma come si fa???? gli affetti piu cari la gente che amo vive in prima persona tutti questi problemi e mancanze e ogni volta che torno vedo gli italiani sempre piu’ tristi e cupi e un’Italia che va a rotoli e posso assicurarvi che all’estero siamo piu’ che derisi…ed ogni tanto facciam anche un po pena.
    Io sono x un’Italia migliore e sono vicina a tutti coloro che combattono e si battono per far si che questo avvenga; abbiamo bisogno di un po’ di onesta’, abbiamo bisogno di credere in qualcuno che vuole quello che vogliamo noi. E tutto questo, mi dispiace per i sostenitori, ma chi sta ora lassu’ in alto non ce lo puo’ proprio dare. Solo illusioni e false speranze.
    W l’Italia alè!

  35. Bravo Joe. Approvo in pieno tutto quello che hai scritto.

    PS ce l’hai un posticino per me e la mia famiglia per andarmene da questo schifo? Non sto scherzando….

  36. Che cosa ha da dire il berlusc AGLI ITALIANI…. QUANTE ESCORT SI è FATTO IN 2 ANNI A PALAZZO GRAZIOLI? E QUANTE NOEMI HA CONOSCIUTO?????

  37. Nel caso Berlusconi mandasse per davvero un libro a casa sui sui anni di governo, dovrei preoccuparmi ?
    Ho una figlia minorenne, non vorrei che si trattasse di un libro illustrato….

  38. consiglierei al pres. del consiglio di allegare una copia di QUANDO SILVIO C’ERA amara profezia di Deaglio che mai avrebbe pensato che i corsi e ricorsi nietzschiani si sarebbero abbattuti su questa povera italietta da 3 soldi…. http://video.google.com/videoplay?docid=4122782037948465761&hl=it#
    Un libro di propaganda non deve sorprendere….ma manderà anche la busta coi soldi e dei collier per le donnine e chissà del viagra in omaggio ai ragazzi? ed escluderà i figli di operai o le ragazze povere che nel frattempo avrebbero dovuto sposare un ragazzo ricco?? che miseria umana, sociale, antropologica…..
    ….leggiamo i giornali esteri,,,,,,anche oggi siamo nel mirino….LO ZIMBELLO d’ Europa (e mi mantengo)
    colpisce ancora……
    ; – (

    B.

  39. Su Facebook (http://www.facebook.com/pages/Politicamente-scorretto/108378825889953)ho trovato questo:
    Paolo Villaggio a “Nientedipersonale” a LA7 del 31.10.2010: Il vero problema dell’Italia non è la telefonata di Berlusconi in questura, ma la mancanza assoluta di un’idea o di un programma della sinistra.

    parafrasando potrei dire:
    Il vero problema dell’Italia non è il libro di Berlusconi sui primi due anni di governo, ma la mancanza assoluta di un’idea o di un programma della sinistra.

  40. Una sfiga non esclude l’altra. Ad esempio, uno può avere il cancro e rompersi una gamba. L’Italia ha il cancro di Berlusconi e nello stesso tempo ha anche una gamba rotta, il problema della sinistra. Intanto pensiamo al cancro, che mi sembra più serio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.